Struttura curativa per molestatori violenti

Situato a sud di Stoccolma, l’Helix è uno degli istituti psichiatrici forensi più moderni di tutta la Svezia e abbina un livello di sicurezza elevato con interni progettati specificatamente per la cura e un’ottima acustica.
Healthcare

Dall'esterno, l’Helix sembra un centro direzionale moderno arroccato su una collina nel mezzo della natura incontaminata. Dai finestroni delle stanze dei pazienti, la vista può spaziare su diversi chilometri di foreste di pino e abete. Inaugurato nel dicembre 2012, l’Helix è un istituto psichiatrico forense e molti dei suoi pazienti hanno commesso reati di natura violenta. Oltre alla struttura sanitaria, l’Helix ospita un reparto di valutazione e un reparto ambulatoriale, entrambi specializzati in psichiatria forense. 

format_quote

Il complesso è costituito da quattro edifici immersi in un ampio spazio verde. Tuttavia, avvicinandosi alla foresta presso l’edificio principale, è possibile vedere che il complesso è circondato da un muro alto 6 metri, una recinzione di sicurezza e numerose telecamere di sorveglianza. La sicurezza è rigorosa, ma le stanze dei pazienti sono situate in cima alla collina e di conseguenza il muro e le altre installazioni non inficiano la vista.

 

Magnus Kristiansson, vicedirettore e direttore di unità presso il servizio di assistenza psichiatrica forense della regione di Stoccolma.

“L’Helix è un istituto psichiatrico forense moderno, basato sulle ultime ricerche in materia di ambienti che curano. Infatti, sappiamo che l’architettura, lo spazio, il rumore, i colori e la luce possono avere un effetto positivo sulla psiche dell’uomo”, afferma Magnus Kristiansson, vice direttore e responsabile degli istituti psichiatrici forensi della regione di Stoccolma.

“I finestroni nei reparti e nelle stanze dei pazienti assicurano un’illuminazione diurna naturale da tutte le direzioni. I pazienti possono seguire lo scorrere della giornata con una vista su uno scenario di calma assoluta”, osserva Anna Rolf, l’architetto che ha progettato la struttura. 

Tuttavia, la massima priorità è la sicurezza. In considerazione del rischio di fuga o evasione, il vetro delle finestre è sufficientemente rinforzato per resistere facilmente a un tentativo di effrazione con una smerigliatrice angolare. 

Gli edifici che ospitano i pazienti sono collegati da atri ampi e luminosi, con un piacevole ambiente acustico. Il soffitto, realizzato in materiali naturali, assorbe i suoni. Le pareti sono rivestite con cemento nervato in modo da interrompere il suono ed evitare problemi di eco. Come nella maggior parte degli spazi destinati ai pazienti, le pareti non sono completamente diritte o parallele, e anche questo contribuisce ad attenuare il rumore.

L’interior design minimalista dei reparti luminosi e spaziosi è caratterizzato da materiali naturali in colori armoniosi e tantissimo legno. Il pavimento e il soffitto sono fonoassorbenti. “Abbiamo creato un ambiente che invecchierà con grazia”, afferma Anna Rolf. 

I requisiti in termini di acustica e livelli di rumore in ognuna delle 600 stanze dell’Helix sono stati definiti fin dalle fasi iniziali di progettazione. “Per soddisfare questi requisiti, abbiamo dovuto scendere ad alcuni compromessi”, ammette Magnus Kristiansson. 

Un esempio è rappresentato dalle soglie fonoassorbenti installate, che hanno reso più difficile l’uso dei carrelli per i pasti, le medicazioni o altri scopi.

Come tutto il resto dell’Helix, i reparti sono ampiamente decorati con quadri a olio, arte tessile e sculture. “L’arte stimola la mente e spezza la monotonia dei nostri pazienti, che spesso sono relegati qui per un periodo di tempo indefinito. E naturalmente stimola anche il personale e contribuisce al buon umore”, commenta Magnus Kristiansson.

format_quote

Abbiamo creato un ambiente che invecchierà con grazia.

All’interno del perimetro di sicurezza del complesso, il numero di porte e sezioni è ridotto al minimo, per ridurre il senso di confinamento dei pazienti. “Il nostro è un ambiente che cura e facilita le attività sociali dei pazienti senza rinunciare alla massima sicurezza”, afferma Magnus Kristiansson. 

Il lavoro del personale amministrativo avviene in uffici semi-open space progettati per facilitare la cooperazione. Per evitare un rumore eccessivo e consentire al personale di lavorare in modo indisturbato e di parlare in modo confidenziale dei pazienti, tutti gli uffici sono dotati di controsoffitti fonoassorbenti. L’ambiente acustico è migliorato ulteriormente dai parquet, dai tappeti e delle pareti in cemento nervato. Inoltre, sono disponibili numerose stanze di varie dimensioni per gli incontri privati. 

Immediatamente sotto gli uffici, lo spazio comune per il personale permette di riunire tutti gli addetti dell’Helix in una mensa con caffetteria ariosa e luminosa. Nonostante i grandi open space, i livelli di rumore nell’ambiente comune sono piuttosto bassi.

“Grazie alla pianificazione oculata degli spazi e all'uso di materiali fonoassorbenti, siamo riusciti a creare uno spazio piacevole per tutti”, conclude Magnus Kristiansson.

Testo: Fredrik Sieradzki

Foto: Anette Persson, Doris Beling