Home / Conoscenza Acustica / L'acustica è un elemento cruciale per i nuovi stili lavorativi

L'acustica è un elemento cruciale per i nuovi stili lavorativi

L'acustica è un elemento cruciale per i nuovi stili lavorativi

Abbiamo chiesto al top Manager Philip Vanhoutte quale è il principale problema negli uffici moderni , ed egli ha risposto: l'acustica. Il senior vice-presidente di Plantronics Europa e Africa ha scritto a proposito di tale tema nel suo saggio  The Smarter Working Manifesto. “Il nuovo approccio al lavoro richiede un modo differente di pensare . Le vecchie regole non valgono più.”

 

Lavoratori entusiasti che amano il proprio lavoro. Maggiore produttività, migliore soddisfazione dei clienti e giorni di malattia dimezzati. Questi sono i risultati che tutti i manager vorrebbero vantare. Alla Plantronics sono riusciti a conseguirli, grazie al nuovo approccio al lavoro "Smat Working" che ha preso in considerazione ogni aspetto, fino al soffitto.

 

Vortice

L’artefice del nuovo approccio è Philip Vanhoutte, direttore generale cosmopolita che si sente a casa ovunque nel mondo. Solo l’accento rivela le sue radici fiamminghe. Philip Vanhoutte è a proprio agio in qualsiasi punto del globo, dalla California a Londra alla cittadina olandese di Hoofddorp. Per oltre 35 anni ha fatto carriera come un vortice nel mondo dell’informazione e delle tecnologie di comunicazione. Il nuovo approccio al lavoro non è qualcosa che ha imparato, ma che applica da sempre.

    

 

About Philip Vanhoutte

PosizioneSenior vice-presidente & managing director di Plantronics Europa e Africa

Passione Professionale: Diffondere le idee sullo“smart working” in tutto il mondo

Motivatzioni: Dare ai lavoratori la libertà di lavorare e dove e quando possono al meglio , aiutandoli a creare un ottimo ambiente lavorativo.

Gli vengono le migliori idee: Mentre è in bicicletta.

Attratto da: Il potere della musica. Gli piace scoprire quali ambienti musicali contribuiscono a concentrazione e produttività.

   

Lavorare in modo flessibile

Negli anni ottanta, Philip Vanhoutte inizia come consulente promotore dell’automazione d’ufficio per Accenture e Wang Labs e vive personalmente la rivoluzione dei portatili negli uffici Dell. Durante quegli anni, non si è mai seduto dietro ad un PC fisso. Ha sempre portato con sé il suo lavoro, in qualsiasi parte del mondo, guardando l’alba sulla spiaggia di Santa Cruz o pranzando in un ristorante di Amsterdam. In qualità di vice presidente marketing globale di Sony Ericsson, ha lanciato, all’inizio del millennio, il primissimo smartphone con connessione Bluetooth. Questa passione per la tecnologia e il lavoro flessibile l’ha portato alla Plantronics nel 2003.

 

Metamorfosi

Da allora, gli uffici della multinazionale in tutto il mondo hanno subito una metamorfosi, secondo Philip Vanhoutte. “Un tempo erano i dipendenti a doversi adattare agli uffici. Adesso è il contrario: l’ufficio si deve adattare ai desideri e ai bisogni del dipendente. Ed è qui che l’acustica diventa protagonista. Alla Plantronics tutto ha inizio nel 2010, quando l’azienda è stata costretta a ridurre tre centri direzionali in uno. Per noi si trattava di una grande novità. Nello stesso periodo, Tim Oldman (ora Amm.re Delegato di Leesman) mi ha invitato a fare da cavia per un nuovo strumento diagnostico in via di sviluppo e che avrebbe dovuto fare il bilancio di lamentele e desideri dei dipendenti. Tutti i 350 dipendenti compilarono il questionario digitale. E sapete cosa abbiamo scoperto? Un dipendente su tre non inviterebbe nemmeno i propri familiari o amici nel proprio posto di lavoro. E in Germania un dipendente su due ha dichiarato che era talmente insoddisfatto dell’acustica nell’ambiente di lavoro da non riuscire a concentrarsi. È stato illuminante”.

   

 

Su Plantronics

Plantronics: leader nel mercato della tecnologia audio mobile

Plantronics iniziò nel 1961, con lo sviluppo di cuffie per l'aviazione commerciale.E' stato il primo brand ad introdurre gli auricolari nello spazio.

Plantronics ha sviluppato il primo auricolare per call center nel 1983. Negli anni'90, nacquero modelli in-ear, seguiti da cuffie wireless.

Dal 2000, le cuffie sono diventate sempre più ergonomiche, con un'attenzione alla chiarezza del suono e alla riduzione del rumore di fondo.

Plantronics impiega più di 3,000 lavoratori nel mondo, con uffici distributi in 19 Paesi. 

   

Quattro zone acustiche

Per prima cosa abbiamo riprogettato gli uffici europei. Philip Vanhoutte ha adottato un approccio rivoluzionario. Innanzitutto, sono state rimosse pareti, porte e corridoi dove possibile, perché occupavano spazio inutilmente. Successivamente, sono stati installati dei controsoffitti fonoassorbenti e dei pannelli fonoassorbenti alle pareti. 

“Abbiamo suddiviso lo spazio in quattro zone acustiche in base alla loro funzione: concentrazione, collaborazione, comunicazione e meditazione. 

Proprio così, abbiamo anche uno spazio in cui le persone possono appartarsi per qualche momento a meditare, ascoltare la musica o semplicemente riposare. I direttori tradizionali la considerano una perdita di tempo, ma è una sciocchezza. Sono uno sportivo e so che l’energia è essenziale per conseguire il risultato. Logorare le persone non funziona

Intelligenza acustica

Anche i centri di assistenza clienti di Plantronics in Europa e USA sono stati ridisegnati. Philip Vanhoutte spiega: “Abbiamo implementato tutte le misure disponibili nel campo dell’intelligenza acustica. In uno spazio dove molte persone parlano al telefono contemporaneamente, il continuo rumore di sottofondo è stancante e stressante. Quindi, ad esempio, abbiamo disposto le persone in cerchi, anziché in file parallele. In questo modo, non si verifica l’effetto eco delle voci. Nessuno lavora più con sistemi cablati. Nella nostra azienda lavoriamo esclusivamente con Skype per aziende e headset senza fili. I dipendenti scelgono autonomamente dove e quando lavorare. L’unica condizione è il conseguimento dei risultati, risparmiando il più possibile sui costi e rispettando gli altri. È quello che definisco la nuova libertà”.

Migliorare la salute

L’impegno di Philip Vanhoutte per questa “nuova libertà” è stato ricompensato con il premio alla carriera dell’associazione inglese dei centri di assistenza per il suo approccio rivoluzionario. Ora vuole assicurarsi che gli architetti comincino a prestare attenzione all’acustica direttamente nella fase progettuale dei nuovi centri direzionali. “Al momento difficilmente viene considerata. La maggior parte dei nuovi centri direzionali necessita di correzioni acustiche non appena viene completata. Dobbiamo cambiare lo status quo. Il soundscaping, un termine coniato dal guru del suono Julian Treasure, deve assumere la stessa importanza del landscaping, in quanto non comporta solo un aumento di produttività e riduzione della fatica, ma anche un miglioramento della salute dei dipendenti. Ne sono convinto. È tutto interconnesso: lo spazio, l’acustica, l’ambiente di lavoro e la modalità di lavoro. Abbiamo anche avviato una partnership con il Mentally Fit Institute. Il loro motto è: Gestisci la tua energia, non solo il tuo tempo. Vogliamo valorizzare i dipendenti, affinché si sentano al meglio”.

 

"Sono uno sportivo. So che l' energia è fondamentale per performare al meglio. "
Philip Vanhoutte.

 

Testo: Aliëtte Jonkers
Fotografo: De Beeldredaktie

 

 

Top

Contattaci

ECOPHON

Saint-Gobain PPC Italia S.p.A.

Via E. Romagnoli 6

201 46 Milano (MI)

Tel:  +39 02611 152 05

Fax: +39 02611 152 08

E-mail: ecophonitalia@saint-gobain.com