Un nuovo metodo per una progettazione acustica ottimale negli uffici open space

I metodi tradizionali per la valutazione della progettazione acustica utilizzano dati che si riferiscono a uno spazio vuoto non occupato. Ma è innanzitutto quando si considerano le attività per le quali lo spazio è progettato, e si tiene conto di fattori come la densità occupazionale, che la modellazione acustica può dare un contributo più significativo e rilevante alla progettazione. Jack Harvie-Clark, fondatore della società di consulenza Apex Acoustics, è passato dal pensiero all'azione e ha sviluppato un nuovo metodo centrato sull'occupante per la progettazione acustica.

Interviste degli esperti Uffici

Il modo tradizionale di intendere le prestazioni degli spazi negli edifici è definire il modo in cui l’ambiente risponde al suono, misurando con un fonometro quando la stanza è vuota. Ciò potrebbe essere in termini di tempo di riverberazione o rumore ambientale o intelligibilità del parlato. Questa risposta acustica della stanza è un fattore che può contribuire alla soddisfazione acustica. Ma non dice nulla sulla densità occupazionale nell’ambiente o sul tipo di attività in corso - fattori che intuitivamente influenzeranno la soddisfazione acustica degli occupanti.

"Quando si inizia a considerare altri aspetti, quello che dicono gli occupanti degli uffici sulla loro esperienza, otterrai una prospettiva diversa su ciò che è buono e ciò che non lo è", dice Jack Harvie Clark.

Jack Harvie-Clark, fondatore di Apex Acoustics

I tre pilastri per la correzione acustica

Per ottenere una situazione migliore è necessario esplorare e definire i tre pilastri della soddisfazione acustica:

  1. Risposta acustica dell'ambiente.
  2. Attività e ambiente.
  3. Persone, cultura e preferenze del personale.

“E’ importante sapere se le persone svolgono principalmente lavoro telefonico, lavoro individuale o se collaborano con altre persone in ufficio. Questo è il secondo pilastro. Ma il terzo pilastro è il più importante. Ascoltare il discorso indesiderato distrae, ma penso che il vero impatto sia il fastidio, e il fastidio deriva dalla mancanza di controllo. Il senso di controllo, anche se le persone scelgono di non esercitarlo, ha un impatto enorme. Negli uffici basati sulle attività, le persone hanno la possibilità del controllo ".

Il contesto delle attività

Apex ha inventato un metodo per misurare l'impatto acustico di diverse attività sulle postazioni di lavoro vicine. E tiene conto del contesto delle attività, non solo di fattori come la distanza e il livello di rumore.

“Se si ha un’area break vicino ad un’area di lavoro, i rumori derivanti da tale area probabilmente disturberanno maggiormente che se tale area fosse collocata in un’area collaborativa. La ragione di ciò è che le persone probabilmente parleranno di cose che non sono legate al lavoro su ci si stanno concentrando. Questo tipo di discorso è più fastidioso per le persone che cercano di concentrarsi, rispetto al discorso relativo al lavoro. D'altra parte, un'area di incontro in cui le persone lavorano in modo collaborativo potrebbe essere meno sensibile per le altre persone che parlano e potrebbe funzionare in modo efficace con una minore protezione dal rumore ".

Sensibilità in relazione all'emissione di rumore

Apex ha descritto diversi tipi di aree e livelli del suono, combinati alla sensibilità al suono di diversi tipi di lavoro. Il metodo utilizza l'indice di vivacità per descrivere la sensibilità di ciascuna area. Tiene conto anche del livello di rumore di fondo, che è una combinazione del rumore dei servizi dell'edificio e del rumore di fondo delle attività.

format_quote

Il metodo ci dice quale livello di protezione acustica è necessario.

"Facciamo delle ipotesi relativi alla protezione necessaria per diversi tipi di spazi e della loro sensibilità al rumore, in relazione all'emissione di rumore di altri spazi. Il metodo ci dice quale protezione al rumore è necessaria a seconda dell’area. Non suggeriamo alcune soluzioni di design. Il metodo ci dice semplicemente quale livello di protezione acustica è necessario. "

Jack afferma che i bravi designer di interni usano intuitivamente questo metodo.

“La prima cosa che fanno è pensare alla suddivisione in zone dell'ufficio, separando le aree rumorose da quelle silenziose in diverse parti dell'ufficio. Quando invece diverse aree di attività sono vicine, non è ancora un metodo per descrivere ciò che è necessario in termini di protezione dal rumore. Inoltre, non sempre è chiaro come giustificare la protezione dal rumore. Questa è una delle ragioni per cui abbiamo sviluppato il metodo ".

Jack Harvie-Clark

Il controllo porta ad enormi miglioramenti

Jack mostra un esempio di un ufficio che è stato riprogettato per il lavoro basato sulle attività. Ma c’è stata una progettazione adeguata relativamente a luci, qualità dell'aria, condizioni termiche o lo standard acustico. Apex ha effettuato uno studio sulle prestazioni acustiche dell’ambiente ante e post operam. I parametri acustici che caratterizzano la stanza erano pressoché identici. Sono state misurate anche l'illuminazione e le condizioni termiche.

“Ci sono stati enormi miglioramenti nel modo in cui le persone hanno vissuto l'ambiente fisico. Nei questionari realizzati dagli occupanti, la soddisfazione per le condizioni di illuminazione è migliorata del 23%, le condizioni termiche del 39% e l'ambiente acustico è migliorato del 21%. Tuttavia, non erano state adottate misure fisiche. Tuttavia, le persone erano molto più soddisfatte, perché il design dell'ufficio consentiva un certo controllo. Il controllo sull'ambiente cambia la tua percezione di esso. "

format_quote

Sappiamo che il costo maggiore di un'organizzazione non è l'edificio o il design dell'ufficio, ma il personale. Se si riesce a renderli più felici e più produttivi, ne vale la pena.

Migliorata produttività grazie ad una buona acustica

Jack suggerisce dunque, che la soddisfazione acustica può essere migliorata semplicemente dando alle persone possibilità di scelta e controllo. Il passo successivo è migliorare ulteriormente l'ambiente acustico. Questo è il momento in cui Jack e i suoi colleghi iniziano la loro modellazione per identificare esattamente dove e in che misura è necessaria una maggiore protezione dal rumore per ottimizzare l'ambiente acustico generale e, inoltre, migliorare il benessere e la produttività del personale.

"Sappiamo che il costo maggiore dell'organizzazione non è l'edificio o il design dell'ufficio, ma è il personale. Se riesci a renderli più felici e più produttivi, allora l’investimento funziona. "

Un processo semplice e poco costoso

Il Metodo Apex si basa sulla modellazione, non sulla misurazione.

“Applichiamo il metodo solo modellando, anche in un ufficio esistente. Se hai un ufficio esistente e desideri conoscere gli effetti di determinate modifiche, puoi calcolare le modifiche grazie ad un modello. È molto difficile ottenere un buon accordo tra un modello e le misurazioni interne. "

Secondo Jack, il metodo non è né complicato né costoso da applicare.

"Ci vuole solo un occhio attento", ride Jack. “Non è più costoso di qualsiasi altra consulenza acustica. Si tratta solo di pensare in un modo più olistico, da una prospettiva diversa. Non puoi considerare l'ambiente fisico acustico separatamente dalle attività. "

Testo: Lars Wirtén


Il metodo Apex è indicato nello standard ISO 22955 come metodo per determinare i requisiti acustici tra aree con diversi tipi di utilizzo.

Scopri di più sul metodo Apex