Il concetto di calma

Al Sandwell General Hospital di Birmingham, Inghilterra, la sostituzione di un soffitto in metallo non perforato con un controsoffitto fonoassorbente di Classe A ha ridotto considerevolmente i livelli di rumore nei corridoi del Reparto 4.
Healthcare

In occasione della ristrutturazione del Reparto 4 del Sandwell General Hospital, Cundall ha deciso di misurare i livelli di rumore prima e dopo. Prima della ristrutturazione, il soffitto era costituito da lastre metalliche non perforate, piuttosto comuni nei vecchi ospedali.

Era un ambiente piuttosto rumoroso, perché tutte le superfici erano lisce con finiture dure. L’unica fonte di assorbimento erano le tende che separavano il corridoio dai reparti.

A causa delle limitazioni previste per il collaudo in un ambiente ospedaliero, i soffitti potevano essere cambiati solamente nei corridoi. Tuttavia, è stato sufficiente per ottenere un miglioramento significativo dell’acustica sia nel corridoio che nel reparto.

“La conclusione più semplice e ovvia è che l’area del corridoio è diventata più silenziosa. Un motivo importante è che il suono non viaggia più facilmente come prima”, spiega Andrew Parkin. “Il nostro rapporto ha dimostrato come un semplice ammodernamento può avere un impatto profondo. Il livello di rumore derivante dalle attività è stato ridotto fino a 8 decibel, cioè praticamente dimezzato in termini di percezione”.

 

format_quote

L'intero ambiente diventa più tranquillo, le persone si comportano meglio e diventa semplicemente un ambiente migliore in cui stare.

In occasione della ristrutturazione dei corridoi, la vecchia sala infermieri è stata sostituita con una postazione open space. A parte migliorare la vista e l’accesso ai pazienti, questa soluzione avrebbe dovuto risultare più rumorosa rispetto alla precedente, ma i livelli di rumore si sono ridotti ulteriormente.

”La postazione open space è caratterizzata dalle conversazioni tra gli infermieri, dal suono degli allarmi, dai cestini che vengono aperti e chiusi ecc. Molti di questi suoni sono di breve durata e ora sono stati ridotti alla fonte. Il suono viene assorbito più velocemente e percorre delle distanze più brevi”.

Andrew Parkin
Andrew Parkin, esperto di acustica presso Cundall.

Secondo Andrew Parkin, l’acustica nei corridoi nel settore sanitario è una problematica sottovalutata e spesso ignorata. Un fattore di grande importanza è il controllo delle infezioni. “Alcuni direttori ospedalieri sono convinti che non sia possibile assorbire il suono senza compromettere il livello di controllo delle infezioni. Al contrario, ora è veramente possibile combinare l’assorbimento del suono con il controllo delle infezioni. È solamente una questione di insegnare alle persone giuste che possono coesistere”.

Andrew Parkin parla del “concetto di calma”, citandolo come una delle scoperte più significative del rapporto. Introducendo semplicemente degli elementi fonoassorbenti, è possibile cambiare l’atmosfera complessiva dello spazio. “È difficile da quantificare con obiettività, ma forse la misura più indicativa è il rumore di sottofondo”, spiega. “Quando gli spazi sono riverberanti, il rumore tende ad accumularsi e le persone alzano la voce per farsi sentire. In un ambiente con il riverbero sotto controllo, le persone tendono ad essere più silenziose, consciamente o inconsciamente. Nonostante il livello di rumore di sottofondo si riduca solamente di 3-4 decibel, è il fattore umano a rendere la riduzione complessiva del rumore ancora più significativa”.

Andrew Parkin cita lo Studio Essex  

come esempio di ambienti educativi. “Lo studio dimostra come un’acustica migliore abbia un impatto positivo ben oltre gli aspetti fisici. In uno spazio più silenzioso, le persone si comportano meglio e più facilmente diventa un ambiente migliore”.

Questa animazione illustra perché ora il rumore al Sandwell General Hospital è percepito come quasi dimezzato.

 

Testo: Lars Wirtén